Archivi

Ciao ciao ciao

E siamo giunti al termine del countdown che da diversi mesi  viene evidenziato in alto nella prima pagina del nostro sito.
Tanti mi hanno chiesto ma che sarà mai ? Una novità del sito dei gioiosani ?
Purtroppo la novità che oggi 1 aprile 2014, dopo 14 anni, non avendo più il tempo necessario per aggiornalo costantemente, finisce la mia esperienza con il sito www.gioiosani.it

Sono sicuro che in tanti in questo momento si stanno facendo una grossa risata, perchè ovviamente il primo di aprile è il giorno dedicato agli scherzi, e come ogni anno il nostro sito da tempo ha dedicato “ampio spazio” a questa bella giornata: ricordate ad esempio quando  a mezza Sicilia abbiamo fatto credere di aver ritrovato le spoglie di Re Agatirso o quando un ricco arabo desiderava ristrutturare una delle Chiese gioiosane chiuse ? :)

Da tempo meditavo questa decisione, perchè capisco che dopo 14 anni il sito è diventato un punto di riferimento per la nostra Gioiosa Marea, ma purtroppo il lavoro, il desiderio di cambiare e la voglia di sperimentare nuove idee mi costringono a lasciare.
Nove mesi fa ho scelto questa data perchè il nostro sito che da sempre si è autodefinito goliardico non può che chiudere proprio oggi, il primo aprile: lo scherzo….. nello scherzo

Sinceramente non so se chiuderà per sempre : magari qualche amico vorrà continuare ad aggiornarlo ed a dedicare tante ore della propria giornata per informare i gioiosani delle vicissitudini del proprio paese. Abbiamo sicuramente  raccontato 14 anni di storia gioiosana, e probabilmente abbiamo anche influito (spero positivamente) nella politica locale proponendo sempre idee per la crescita del territorio. E’ stato un sito molto letto, sia dai semplici visitatori che da tante vere testate giornalistiche che avevano con noi un punto di riferimento ed una costante collaborazione.
Per non parlare che oltre il 60% delle visite arriva quotidianamente dai tantissimi emigrati gioiosani, sia fuori dalla Sicilia ma soprattutto dall’estero, Canada e Stati Uniti in particolare: è stato per loro un modo per non perdere i contatti con la propria terra natia.

Un sito che è stato anche mooooooooooolto imitato, ma che ha sempre mantenuto l’unicità di essere uno spazio dedicato e nato per l’amore che abbiamo verso il nostro bellissimo paese.

Sono stati 14 anni fantastici, che mi hanno permesso di conoscere tantissime persone con cui adesso possiamo considerarci amici.
14 anni fa abbiamo iniziato per scherzo, pubblicando solo poche foto di personaggi gioiosani, e da subito gli accessi sono stati tantissimi. Poi abbiamo aperto il primo forum chiamato il “Muro del canapè”, un vero e proprio luogo virtuale d’incontro del paese. Poi è nata la prima web-tv gioiosana (non esisteva allora neppure l’adsl), con tantissimi video in streaming. Poi, con la nascita dei social network, abbiamo inventato il gruppo facebook dei gioiosani dove, togliendo l’anonimato, ci siamo confrontati su innumerevoli temi, permettendoci di raggiungere migliaia e migliaia di visitatori al giorno, riuscendo ed essere inseriti nella classifica dei siti più visitati della provincia di Messina e facendoci vincere il secondo posto della classifica dei siti siciliani più simpatici nel 2002.
E come non ricordare i goliardici, irriverenti e divertentissimi video natalizi che ci hanno fatto conoscere anche al grande pubblico grazie alla messa in onda sulle reti nazionali come la Rai o Dee Jay Tv?

Adesso è giunto di ringraziare tutti coloro che in questi lunghi anni hanno collaborato al sito: Marcello, Giuliana, Nino, Egidio, Filippo, Roberta, Giuseppe,  Marco, Tindaro, Franco, Leo, Maria Ilenia  sono solo alcuni dei tantissimi nomi che giornalmente hanno dato il loro grande contributo a www.gioiosani.it .

Ma il GRAZIE più grande è per te, caro visitatore, che in questi anni hai dimostrato il tuo affetto per il nostro sito visitandoci ogni giorno e da ogni parte del mondo.
GRAZIE ANCORA ! Sono sicuro che mi mancherai. 

Alessio Forzano

Non c’è sempre bisogno di correre dietro ai bus, ai treni, alle persone.
Quando qualcosa se ne sta andando, qualcun’altra, prima o poi, arriverà.

Approvati due progetti esecutivi per le scuole gioiosane

La giunta comunale di Gioiosa Marea, guidata dal sindaco, Eduardo Spinella, ha approvato due progetti esecutivi: la manutenzione straordinaria, messa a norma in materia di sicurezza, idoneità igienico-sanitaria della scuola elementare di San Giorgio e la manutenzione straordinaria e risanamento locali della scuola media del centro “corpo D”.

Per il primo intervento, progettista è l’ingegnere, Francesco Casamento, per l’importo di 98.875,48 euro, per il secondo sono progettisti gli ingegneri, Achille Baratta, Giovanna Baratta, Tindaro Antonino Sicilia e Nicola Maurizio Molica, per un importo di 842.462,70 euro.

Refezione scolastica: avviare le procedure per l’assorbimento del personale

Riuscitissimo il progetto doposcuola “La forza delle parole”

E’ nel pieno svolgimento il progetto doposcuola “La forza delle parole”, avviato già dall’ottobre 2013 dall’assessorato alla pubblica istruzione, curato dall’assessore, Carmelita Lisciandro, in collaborazione con l’associazione culturale “Mary Poppins” e l’istituto comprensivo di Gioiosa Marea, iniziativa che raccoglie risultati pienamente positivi. Il progetto nasce dalla consapevolezza del bisogno di studenti e famiglie di ricevere un valido sostegno formativo extrascolastico che accompagni i ragazzi nel proprio percorso di studi.

“La forza delle parole” è un servizio gratuito di doposcuola e socializzazione effettuato da educatori professionali e qualificati, con adeguate conoscenze dei processi formativi e competenze pedagogiche, metodologiche, didattiche ed è rivolto a minori di età compresa tra i 6 e i 13 anni frequentanti le classi della scuola primaria e secondaria di I° grado.

Si svolge regolarmente dall’inizio dell’anno scolastico, in piena sinergia e collaborazione con i docenti dell’Istituto comprensivo e dei servizi sociali del Comune.

Attualmente sono inseriti circa 25 bambini, che partecipano in modo costante e a piccoli passi, pur nelle loro difficoltà, sono riusciti a raggiungere degli obiettivi come maggiore autostima ed autonomia, comprensione degli errori, capacità di collaborazione con gli altri.

La finalità del servizio è quello di porsi come supporto alle famiglie che presentano un disagio socio-economico nelle diverse forme e provenienti da altri paesi e culture, presenti in numero sempre più consistente sul territorio comunale, creando quindi uno spazio di accoglienza e di supporto al fine di garantire attenzione e cura ai minori che vivono situazioni di disagio.

I ragazzi vengono sostenuti e accompagnati nello sviluppo di quelle abilità e l’acquisizione di competenze che favoriscono la promozione del sapere, saper fare e saper essere.

L’amministrazione comunale di Gioiosa Marea, guidata dal sindaco, Eduardo Spinella, ritiene prioritario l’impegno nei confronti della comunità scolastica e non meno importante garantire attenzione e cura a quei bambini che presentano delle difficoltà scolastiche e relazionali, per dare loro l’opportunità di un migliore e proficuo inserimento nel contesto scolastico e sociale ed offrire un’esperienza di socializzazione e di solidarietà interculturale.

Convocato per martedì 8 aprile il Consiglio Comunale

Attivazione del servizio “Spazio lavoro”

Clicca qui per il modello di ammissione al progetto spazio lavoro

A San Giorgio non solo pittura

Non finiscono di stupirci la prof.ssa Nunziatina Bartolone e Padre Pio Sirna.

Anche nella serata del 24 marzo, nel Salone parrocchiale della Chiesa dello Spirito Santo di S. Giorgio, durante la puntata dedicata ai ventotto pannelli di Giotto (ciclo di affreschi delle “Storie di San Francesco” della Basilica superiore di Assisi), la lezione della docente ha offerto lo spunto per alcune riflessioni sul rapporto tra musica e letteratura nei testi di San Francesco.

Il Frate, conosciuto in tutto il mondo per il “Cantico delle creature”, fu anche compositore di musica. Angelo Branduardi, cantautore e studioso del mondo medievale – come ci ricorda nell’ articolo su “I viaggi virtuali nell’arte” Maria Ilenia Crifò – “ha messo in musica per il Giubileo del 2000 la vita di San Francesco, servendosi pure di spartiti di mano del Santo stesso e realizzando l’album L’infinitamente piccolo (Emi, 2000)”. In particolare , come ha spiegato lo stesso Branduardi in riferimento al Cantico, “San Francesco aveva composto una musica che è andata perduta: io ho provato a ridare voce alle sue parole perché si possa di nuovo cantarle”. Opera nata da grande umiltà perché, come ha sottolineato la prof.ssa Bartolone , lo stesso cantautore, proprio a Tindari raccontò : “E pensare che quando i frati di Assisi me lo commissionarono io non volevo farlo, non ne sapevo abbastanza”.

“Ma come, io sono un peccatore” dissi. Mi convinsero con una frase: “Dio sceglie sempre i peggiori”. Successivamente il cantautore si è cimentato in una nuova performance, uno spettacolo nel quale riprende la forma antica della lauda in un esperimento audace che somma recitazione, canto e danza. Quest’opera costituisce l’evoluzione del suo album: sulla scena, infatti, viene presentato “soprattutto l’uomo che ha trovato dentro di sé l’infinito”, realizzando la sua grande rivoluzione. Branduardi è affascinato dalla spiritualità viva del santo che “non viveva su una colonna come gli stiliti, ma nel mondo”. Ma c’è anche un’altra “musica”, come evidenziato dalla prof.ssa Bartolone, altrettanto significativa e suggestiva che si ritrova nel canto XI del”Paradiso”, dove Dante celebra le nozze tra Francesco e Madonna Povertà. L’evento riveste un carattere d’eccezione perché a SCEGLIERE di sposare la moglie-vedova di Cristo, è un ricco che ha deciso di modificare la sua carta d’identità trasformandosi in “poverello”. A questo punto i partecipanti hanno condiviso appieno una riflessione: oggi la povertà, che è un chiaro messaggio per riscoprire i veri valori, diventa una nemica da combattere, e i genitori, abdicando al loro compito, mettono in mano ai propri figli degli strumenti il cui possesso è una sorta di status symbol e il cui uso si limita al gioco e alla chat. Successivamente la proiezione della diapositiva con il pannello sul “Saluto di Chiara e delle sue compagne a Francesco” ha fatto richiamare da parte della docente l’importanza di leggere “Chiara d’Assisi” di Dacia Maraini. Anche Chiara, che è la sorella spirituale di Francesco, ha fatto una scelta radicale: è fuggita dal mondo non per vigliaccheria, ma per recuperare la dimensione più vera e più autentica, avviando un dialogo con Dio che è soprattutto un dialogo con i fratelli all’insegna della autenticità e della semplicità, le sole autentiche chiavi per aprire i meandri del cuore e vivere secondo questa cifra le esperienze della vita. Insomma, in questo “salotto” artistico-letterario i due mentori affascinano sempre l’uditorio perché con semplicità “francescana” riescono sempre a rendere attuali opere e testi che hanno tanto da dire ed educano alla speranza di trasformare in armonia ciò che la modernità ha privato della bellezza.

Anna Milici

22-23 aprile la reliquia di Santa Bernadette a Gioiosa Marea

Manca poco a……..

Ritrovato un mazzo di chiavi

E stato ritrovato un mazzo di chiavi sul carro carnevalesco “300″. Per qualsiasi info chiamare 3289621103

Cartoline storiche di Gioiosa Marea

Immagini tratte da http://www.dyoniso7outline.com/gioiosa_marea.htm

A Gioiosa Marea costituito un Consorzio Turistico Agroalimentare

Gioiosa Marea, oltre ad essere  un paese ameno e gradevole per il turista, grazie agli scenari da favola dei paesaggi, offre anche  interessanti punti di ristoro, dove degustare prodotti tipici ed un’ottima gastronomia. Alla luce di quanto sopra, si è formato un gruppo spontaneo con l’intento di far nascere un CONSORZIO TURISTICO ED AGROALIMENTARE, che deve diventare un’istituzione che finalmente possa dare stimolo al nostro  mondo turistico e al rilancio alla nostra economia.
 La nascita di un Consorzio darà certamente l’avvio ad un programma propositivo ricco di iniziative, che potrà aprire la “finestra Gioiosa Marea” al mondo, sia attraverso internet che con la presenza in fiere ed esposizioni.
 Il Consorzio si pregia di una identità che nel mondo turistico, commerciale e sociale ha già  speso ed investito, anche se sovente in modo individualistico e senza azioni integrate e sinergiche. Certamente  non vuole sostituirsi all’Assessore al Turismo ne farne le veci, ma vuole essere uno strumento indipendente propositivo, programmatico e animato da spirito collaborativo con l’ Amministrazione Comunale.
Tra gli scopi del Consorzio,  promozione  del territorio con azioni sinergiche dei vari settori economici, informazione per l’accesso ad agevolazioni, formazione e partecipazione a progetti, economie di gestione attraverso acquisti comuni e razionalizzazione delle spese utili per l’attività promozionale.
A tutte le Aziende che potrebbero aderire all’istituendo Consorzio  sarà data comunicazione via e-mail sulle modalità di iscrizione, significando che le stesse saranno invitate ad una riunione che si terrà a breve.
 
 Il comitato promotore

Mercoledì 2 aprile incontro sulle “Pratiche respiratorie”

Saper respirare è utile per ricaricarti di energia, per ritrovare la concentrazione e per eliminare lo stress.
Pratiche respiratorie (a titolo gratuito) organizzate dall’Associazione “Hopideo Centro di consapevolezza” nella sede di Gioiosa.
Sulla locandina il riferimento telefonico per eventuali informazioni.

Il Prof. Sergio Piraro dell’Università di Messina componente della giuria Arti Applicate e Mestieri II edizione

Il Prof. Sergio Piraro dell’Università di Messina componente della giuria Arti Applicate e Mestieri II edizione

Si sono svolti nella Sala consulta della Camera di commercio di Messina i lavori della Commissione di valutazione deputata alla selezione delle 12 personalità artigiane di Messina e provincia distintesi nel settore delle arti applicate e dei mestieri tradizionali nonché degli elaborati/progetti presentati da vari Istituti scolastici di Messina e della sua provincia.